Ultima modifica: 14 Febbraio 2020
IIS Piero Martinetti > Articoli > News > A lezione di lingua italiana: ciclo di conferenze del prof. Sabatini al Martinetti

A lezione di lingua italiana: ciclo di conferenze del prof. Sabatini al Martinetti

“La vitalità delle lingue complesse come l’italiano è affidata all’istruzione scolastica, che allena agli usi dei differenti registri espressivi. Essi non sono più appannaggio di una ristretta élite, perché l’uso consapevole e vario della lingua è al giorno d’oggi competenza essenziale per la cittadinanza”.

Apre con queste parole il professor Francesco Sabatini il ciclo di conferenze che si sono tenute presso l’istituto Martinetti di Caluso il 12 e il 13 febbraio, di fronte a una platea di insegnanti delle scuole dei vari gradi, interessati ad approfondire il delicato e complesso tema della didattica della lingua italiana.

La Dirigente Scolastica Katia Milano ha aperto il ciclo di incontri ricordando il grande contributo del celebre accademico allo studio e alla didattica della linguistica italiana.  Il prof. Francesco Sabatini, illustre linguista, filologo, storico della lingua e lessicografo, nato a Pescocostanzo il 19 dicembre 1931, ha insegnato Storia della lingua italiana e Filologia romanza nelle Università di Lecce, Genova, Napoli, Roma. Attualmente è Professore Emerito dell’Università degli Studi Roma Tre. È stato Presidente della Società di Linguistica Italiana, dell’Associazione per la Storia della Lingua Italiana e dell’Accademia della Crusca, di cui è tuttora Presidente Onorario. Ha ricevuto numerosi riconoscimenti e onorificenze, tra i quali la Medaglia d’oro ai Benemeriti della scuola, della cultura e dell’arte e il titolo di Cavaliere di Gran Croce dell’Ordine al merito della Repubblica Italiana, per iniziativa del Presidente della Repubblica. È autore di numerose pubblicazioni, tra cui il noto Dizionario italiano (insieme a Vittorio Coletti) e, in ambito scolastico, manuali per la Scuola Superiore di Primo e Secondo Grado. Attualmente cura la rubrica “Pronto soccorso linguistico” all’interno della programmazione di RAI Uno.

Due gli incontri rivolti ai docenti. Il primo, intitolato Come legare conoscenza riflessa e pratica testuale della lingua, si è proposto di analizzare il rapporto, spesso problematico, tra lo studio della grammatica e l’approccio al testo letterario: “per calibrare le varie forme testuali occorre padroneggiare la grammatica come sistema della lingua, come hardware del sistema comunicativo, di cui è necessario conoscere ogni sfumatura e potenzialità. La grammatica è la meccanica della lingua, dunque della comunicazione, dunque del pensiero”. Il secondo, dal titolo La necessità di modelli di riferimento alla base della didattica, ha presentato invece i modelli, rispettivamente, della grammatica valenziale (imperniato sul concetto di frase) e della tipologia testuale (imperniato sul concetto di testo). Il professor Sabatini si è soffermato a riflettere sul ruolo della scuola nel complesso mondo contemporaneo: “sono necessari come minimo vent’anni di studio per garantire alla popolazione un buon livello di competenza testuale, e questo gravoso compito formativo ricade sulla scuola, che deve basarsi su nozioni scientifiche e pratiche convalidate dalla sperimentazione”.

Nella mattina del 13 febbraio il professor Sabatini ha incontrato gli studenti del Martinetti (1C, 1F, 1H, 1L, 1P, 2E  e 3P) e della Scuola Secondaria di primo grado di Caluso che applicano in classe il modello valenziale, illustrandone i principi e le ampie funzioni, stimolato anche dalle domande e dalle curiosità dei ragazzi. L’incontro, intitolato La lingua per il sapere scientifico e umanistico, ha preso avvio da qualche dato sulla natura e le funzioni del linguaggio verbale, per soffermarsi sulle pratiche di lettura, necessarie in ogni campo, affrontando infine la questione dello studio della grammatica,“una finestra sul nostro cervello”. Contestualmente il professore ha tenuto una lezione presso la classe 2E.

La grammatica valenziale è un modello di analisi della frase alternativo all’analisi logica tradizionale, che individua la compiutezza di significato della frase nella presenza del verbo, che ne è elemento cruciale e vero e proprio baricentro. L’I.I.S. Martinetti si è accostato alla grammatica valenziale, di cui il professore è promotore in Italia, attraverso corsi di formazione per docenti e successive sperimentazioni didattiche sulle classi, anche nell’ambito di Progetti PON, in collaborazione con l’Istituto Comprensivo di Caluso, scuola capofila del Circolo Valenziale, di cui il Martinetti fa parte. L’organizzazione degli incontri è stata possibile grazie al contributo della prof.ssa Ajmone e del prof. Carosso.

Un grande onore e prestigio per il Martinetti poter ospitare e ascoltare gli insegnamenti del professor Sabatini, che con la chiarezza e la limpida profondità di un approccio scientifico e al contempo appassionato alla materia, ha saputo trasmettere riflessioni frutto di una vita dedicata allo studio della meravigliosa lingua italiana.

Savoia S.

Lascia un commento