LA SOVRANITA’ APPARTIENE AL POP- Gioco teatrale di gruppo sulla Costituzione - Martinetti News - Liceo Piero Martinetti Caluso

Vai ai contenuti

Menu principale:

LA SOVRANITA’ APPARTIENE AL POP- Gioco teatrale di gruppo sulla Costituzione

Pubblicato da Cristina Crovella in Eventi · 22/11/2013 21:28:42

Il Liceo Martinetti di Caluso apre la scuola al territorio con uno spettacolo teatrale aperto a tutti, MARTEDI 3 DICEMBRE, ORE 21, presso l'Aula Magna dell'Istituto. "LA SOVRANITA' APPARTIENE AL POP", della Compagnia Teatrale di Roma "Schegge di cotone".
Il filo conduttore della serata è la legalità, declinata sia nell'analisi dei principi e dell'applicazione della Costituzione  attraverso lo spettacolo (che ha un taglio comico), sia nella testimonianza dell'impegno civile della lotta alle mafie attraverso l'intervento di Libera.
Interverrà alla serata Matteo Cerutti Sola, del presidio chivassese di Libera, che da anni collabora con l'Istituto.
Lo spettacolo ha il Patrocinio del Comune di Caluso e l'ingresso è libero a offerta (il ricavato servirà a pagare le spese dello spettacolo).

Un caloroso invito a tutti !!


Lo spettacolo

Una presentatrice ‘resistente’ che a tutti i costi cerca di salvare il salvabile e una valletta superficiale il cui unico obiettivo è finire lo spettacolo in tempo per poter presenziare a una serata in discoteca. Le due showgirl cercano di mettere in piedi un improbabile show a tema che fa il verso alla celebre trasmissione televisiva “Affari tuoi”. Il tema della puntata è la Costituzione della Repubblica Italiana. La scarsità dei fondi a disposizione, la mancanza dello staff, l’inadeguatezza della valletta renderanno quest’impresa tutt’altro che semplice. Ogni pacco e ogni concorrente partono da un diverso articolo e danno il via a un susseguirsi di situazioni comiche e surreali.  Uno spettacolo di teatro civile che riporta al centro della riflessione la Carta fondante della nostra convivenza e il bisogno di ritrovare un insieme di regole condivise per riuscire a pensare a un futuro. Lo spettacolo vede un coinvolgimento diretto del pubblico, perché se nelle nostre teste ha iniziato a suonare un campanello d’allarme sulla democrazia, i diritti e in generale la vita politica di un Paese abituato a galleggiare sull’emergenza, forse è arrivato anche il momento di renderci conto che di questa condizione siamo responsabili tutti e tutti siamo chiamati, nella finzione teatrale così come nella vita reale, a fare qualcosa per cambiare la rotta, a impegnarsi attivamente per ripristinare, anche se simbolicamente e per una sera soltanto, il senso più profondo dei 139 articoli che costituiscono il fondamento dello Stato Italiano. Quanto sappiamo della nostra Costituzione? Conosciamo tutti (forse) il primo articolo, e poi? Magari in questi anni siete stati troppo impegnati ad imparare le parole dell’inno nazionale e non avete avuto tempo anche per questo. Così abbiamo deciso di occuparcene noi. E per non destabilizzare troppo le vostre abitudini quotidiane abbiamo deciso di trasformarla in uno show televisivo. Non sia mai che qualcuno debba rinunciare alla dose quotidiana di tv per andare a teatro! Non è il nostro obiettivo! Il nostro obiettivo è di raccontare e possibilmente riflettere insieme al pubblico su alcuni degli articoli fondamentali della Costituzione. Che cosa significano? Non in astratto, per quello basta aprire un libro o cercare su wikipedia. Che cosa significano in concreto, nella vita di tutti i giorni? Siamo sicuri che l’articolo 3 ci parli dell’uguaglianza? Il lavoro è tutelato dalle raccomandazioni o dall’articolo 4? Cosa c’entra l’articolo 32 sulla sanità con la chiesa? Basta l’articolo 21 per tutelare la libertà di informazione? Su che cosa si fonda la nostra democrazia? Quali sono i diritti inviolabili dell’uomo?  E questi pezzi di Costituzione di cui parlano i giornali, li stiamo veramente perdendo? Forse ci serve un defibrillatore, come in ogni serie TV che si rispetti. Ecco, forse è questo il nostro vero obiettivo: defibrillare la Costituzione, riportarla in vita e farla diventare argomento di discussione quotidiana. Ma ve li immaginate due vecchietti al bar che parlano delle conseguenze della mancata applicazione dell’articolo 4 nella vita di tutti i giorni? Forse siamo pazzi, ma proprio perché ci piace immaginare un mondo in cui i temi della Costituzione diventino argomenti di discussione quotidiana, abbiamo deciso di mettere su questo spettacolo.




Voto: 0.0/5
Torna ai contenuti | Torna al menu