Giornata in ricordo delle vittime di mafia: l'impegno e le iniziative del Martinetti - Martinetti News - Liceo Piero Martinetti Caluso

Vai ai contenuti

Menu principale:

Giornata in ricordo delle vittime di mafia: l'impegno e le iniziative del Martinetti

Pubblicato da Ferdinando Zorzi, Sara Savoia in Eventi · 21/3/2018 16:37:00


L’IIS Piero Martinetti ha organizzato per il 21 marzo, primo giorno di primavera, una serie di manifestazioni legate alla “Giornata della memoria e dell'impegno in ricordo delle vittime delle mafie”, promossa a livello nazionale dall’associazione “Libera” fin dal 1996; in continuità con gli anni precedenti, si sono svolte tre attività didattiche e formative per la giornata, nell’ambito della rete di scuole a cui anche il Martinetti partecipa.

Presso l’Aula Magna le classi 1A, 1C, 1F, 1H, 1L e 3A, accompagnate dai docenti che hanno aderito all’iniziativa, hanno svolto alcune letture, preparate dagli studenti, per la commemorazione di vittime di mafia.
La classe 2D ha inoltre presentato il prodotto di un progetto di collaborazione con alcuni ragazzi profughi dall’Africa, accolti in strutture del territorio curate dai volontari di “Libera”: prendendo spunto dall’ascolto dei drammatici racconti del viaggio dei giovani profughi, sono state ideate e scritte una pagina di diario, una lettera e una fiaba.



Sessanta studenti delle classi 3B, 3D e 3E, con cinque insegnanti accompagnatori, partendo da Caluso, hanno raggiunto a piedi Villareggia con una marcia di oltre 10 km, per lo più su strade di campagna, sotto l'attenta tutela della polizia municipale quando si è trattato di attraversare le strade provinciali. Il paese di Villareggia è stato scelto come meta in quanto sede di una biblioteca comunale, realizzata riqualificando un bene di mafia confiscato, grazie alla legge 109/96. La delegazione del Martinetti è stata cordialmente ricevuta dal sindaco Fabrizio Salono, da alcuni membri del Consiglio comunale e dai volontari che gestiscono la biblioteca.



Studenti e insegnanti si sono rifocillati con tè caldo e biscotti (gradita sorpresa vista la giornata fredda) e hanno ascoltato un breve discorso introduttivo del sindaco. Poi la visita alla biblioteca, dalla quale numerosi studenti sono usciti con un libro in regalo, firmando il Guestbook con una frase ispirata al tema della legalità e ricevendo un attestato di partecipazione. Infine il trasferimento all'oratorio, messo generosamente a disposizione dal parroco, dove hanno trovato un locale caldo per una concisa riflessione sul concetto di bene confiscato, prima del pranzo al sacco e della ricreazione, perché nonostante il lungo tratto percorso a piedi molti avevano ancora energie da spendere in un'oretta di calcio, pallavolo e altri giochi.



La terza iniziativa è consistita nella partecipazione, in collaborazione col presidio di “Libera” di Ivrea, alla manifestazione organizzata da “Libera” a Saluzzo intitolata “Terra: solchi di verità e giustizia”: una trentina di allievi delle classi 1B, 1G, 1H, 1P, 5D, 5F e 5G, coordinati da Fabrizio Armano di 5G e dai loro Rappresentanti di istituto, ha preso parte al corteo che ha attraversato il centro della città, ascoltato la lettura dei nomi di tutte le vittime di mafia dall’800 ad oggi ed assistito al collegamento in diretta streaming con la manifestazione nazionale di Foggia, durante il discorso tenuto da Don Ciotti. L’INDIFFERENZA E’ MAFIOSA: questo il messaggio con cui gli allievi del Martinetti hanno contribuito alla commemorazione, in un clima di sentita partecipazione e commozione che ha accomunato le oltre 8000 persone presenti di tutte le età, ma in particolare giovani e giovanissimi, cui è fondamentale insegnare precocemente la cultura della legalità.
Una giornata che ha coniugato l'impegno fisico a quello sociale e culturale e che sicuramente resterà impressa nelle menti (e nei muscoli) degli studenti per qualche tempo!



Voto: 5.0/5
Torna ai contenuti | Torna al menu