Ultima modifica: 23 Gennaio 2020
IIS Piero Martinetti > Articoli > News > Studenti del Martinetti all’IMUN, simulazione della Commissione ONU

Studenti del Martinetti all’IMUN, simulazione della Commissione ONU

Sono state tre giornate intense quelle vissute dai sei studenti degli indirizzi Scientifico e Linguistico, che hanno avuto la possibilità di partecipare a IMUN (Italian Model United Nations) usufruendo delle borse di studio appositamente create dal Liceo nell’ottica di un progetto di valorizzazione delle eccellenze.

Il 20, 21 e 22 gennaio, nella suggestiva cornice di Palazzo Cisterna a Torino, i ragazzi si sono confrontati con altri studenti di istituti cittadini e della regione sull’obiettivo 11 dell’Agenda per il 2030 delle Nazioni Unite, ovvero come rendere le città e gli insediamenti umani inclusivi, sicuri, duraturi e sostenibili. Ogni studente si è dovuto calare nei panni del  delegato di un Paese diverso al fine di rappresentarlo all’interno della Commissione ONU durante la simulazione delle tre giornate torinesi: Gabriele Corna ha avuto in sorte la Danimarca, Jacopo D’Aversa la Corea del Nord, Chiara Angelillo la Bielorussia, Agata Cardinale lo Sri Lanka, Anna Monticelli gli Emirati Arabi Uniti, Emanuele Picco l’Irlanda.

La preparazione è stata complessa e articolata: dopo aver seguito una formazione sull’Onu e sulla tematica da affrontare, compreso un focus sulle smart cities, gli studenti hanno approfondito la realtà degli Stati loro assegnati e hanno redatto un position paper (ovvero un documento che riassume in modo chiaro e sintetico la posizione del Paese in relazione al topic in Agenda), che è stato il punto di partenza per i lavori svolti a Palazzo Cisterna; il tutto si è realizzato grazie all’Associazione United Network Italia e sotto il patrocinio della Città Metropolitana di Torino, dell’Ufficio scolastico regionale e della Regione Piemonte, i cui rappresentanti hanno presenziato alla Cerimonia di chiusura dei lavori, sottolineando in tal modo l’alto valore civico dell’evento.

L’esperienza, interamente svolta in inglese, ha permesso inoltre di apprendere  i diversi step che portano all’approvazione di una risoluzione passando attraverso debates, working papers, draft copies ed emendamenti.

L’IMUN appare quindi un significativo progetto sia nell’ambito dei Percorsi per le Competenze Trasversali e l’Orientamento sia relativamente agli aspetti di Cittadinanza e Costituzione trattati, che costituiscono non solo parte rilevante dell’Esame di Stato, ma anche un imprescindibile elemento per la formazione di una coscienza civica personale e critica.

  

Lavelli I.

Lascia un commento